Venezuela ed Ecuador, pronti a sostenere la riduzione della produzione di



Come ha detto il ministro del petrolio dell’Ecuador, Carlos Pareja, Ecuador e Venezuela supporteranno la riduzione della produzione di petrolio più grandi esportatori al di aprile incontro petrolifere dei paesi a Doha.

Secondo la società di consulenza JBC, l’OPEC ha aumentato il bottino nel mese di marzo fino a 32,52 milioni di barili al giorno (b/c) con il 32,44 milioni di b/s nel mese di febbraio. Tra cui l’Iran e l’Iraq, hanno accresciuto la produzione di 100 mila b/s – fino a 3,2 milioni di euro .e 4,3 milioni di b/s rispettivamente. L’arabia Saudita ha mantenuto la preda davanti a livelli record – 10,2 milioni di b/c.

Mattino, il calo del petrolio al pranzo di valli del ripristino delle quotazioni: Brent si trasferì in territorio positivo e di nuovo si trova sopra il livello 40$ al barile, sul WTI mentre è scambiato in leggero territorio negativo.

Negli ultimi giorni il mercato del petrolio si è formato sostenibile «fin dall’inizio» con i confini 40$42$ al barile, se parliamo di marche Brent. Mentre il consolidamento avverrà entro determinati limiti, di fare a medio termine di una scommessa non vale la pena.

Si consiglia di attendere l’uscita dei prezzi al di là di questo canale. In precedenza, naturalmente, la ripartizione del canale verso il basso e la formazione di segnali per ridurre ulteriormente. Tuttavia escludere la crescente script non vale la pena. La sua rilevanza aumenta quando si assegnano le tariffe di sopra del livello del 42-42,20$ al barile.

Voglio anche ricordare che i tassi di cambio del dollaro USA e dell’euro restano sotto pressione la valuta russa è già molto ipercomprato. Al livello attuale del dollaro ha il supporto la media mobile lenta ЕМА200 l’altro giorno, la cura al di sotto del quale non è auspicabile, perché poi è difficile immaginare come basso può ancora просесть di cambio. Euro sembra meglio in coppia con il rublo, avendo una riserva di resistenza a livello di 74,4-75 rubli.

Anastasia Ignatenko, analista di ТелеТрейд



Venezuela ed Ecuador, pronti a sostenere la riduzione della produzione di 31.03.2016

Share with traders

Share to Google Plus
Share to LiveJournal
Share to MyWorld
Share to Odnoklassniki