L’esperto: la Turchia può sostituire le importazioni russe di olio, ma non di grano



La turchia può sostituire l’importazione russa produzione di olio di girasole dall’Ucraina senza particolari costi aggiuntivi, che, tuttavia, sostituire le forniture di grano dalla RUSSIA allo stesso modo non funziona, ha detto il fondatore turca commerciale della società “Agri Pro” Faik Генч. Lo afferma in un messaggio RIA “novosti”.

“Siamo in grado di sostituire la fornitura di prodotti da Ucraina, la differenza di costo è pari a 5-10 dollari per tonnellata. Questo non è un grosso problema per l’importazione di olio in Turchia. Il problema più grave — il settore molitorio, perché in russia grano non è possibile sostituire il grano dall’Ucraina, Bulgaria o Romania. È una questione di qualità e prezzi”, — ha detto Генч ai giornalisti a margine di un convegno “i Mercati di semi oleosi e prodotti trasformati — 2017”.

Egli ha anche sottolineato che il turco business non corre il rischio di gravi danni o la perdita di clienti sui loro mercati di esportazione a causa di problemi con la fornitura di prodotti del settore alimentare. Tuttavia, questa situazione influisce negativamente sul agricoltori e Russia e Turchia.

L’agenzia ricorda che le autorità della Turchia dal 15 marzo cambiato l’ordine di importazione di alcuni tipi di prodotti agricoli per la lavorazione all’interno del paese, tra cui grano e olio di girasole. Quando la Russia non ha l’elenco dei paesi ammissibili al duty free di consegna. Il ministero dell’agricoltura della federazione RUSSA ha dichiarato che tale decisione di Ankara può portare alla completa cessazione dell’importazione russa grano, mais, legumi e riso in Turchia e riorientamento di fornitura in altri mercati.



L’esperto: la Turchia può sostituire le importazioni russe di olio, ma non di grano 03.04.2017

Share with traders

Share to Google Plus
Share to LiveJournal
Share to MyWorld
Share to Odnoklassniki