Il numero di posti di lavoro al di fuori dei settori non agricoli negli stati UNITI nel mese di marzo è aumentato del 98 mila (avanzato un messaggio)



Secondo il rapporto del Dipartimento del lavoro degli stati UNITI, il numero di nuovi posti di lavoro al di fuori del settore agricolo degli stati UNITI nel mese di marzo è aumentato del 98 mila

Gli analisti avevano previsto un aumento del numero di nuovi posti di lavoro di 180 mila

I dati per il numero di nuovi posti di lavoro per il mese di febbraio rivisto al ribasso fino a 219 mila con 235 mila, annunciati in precedenza.

Per la valutazione delle autorità di regolamentazione, l’economia americana è necessario creare una media di 150-200 mila nuovi posti di lavoro al mese e coerente per ridurre la disoccupazione.

Secondo un sondaggio di circa 400 mila imprese, il numero di posti di lavoro nel settore privato degli stati UNITI nel mese di marzo è salito a 89 mila gli Analisti avevano previsto un aumento di indice di 170 mila

Nel settore manifatturiero il numero di occupati è cresciuto di 11 mila, dopo un aumento di 26 mila nel mese di febbraio. Nel settore estrattivo il numero di posti di lavoro è aumentato dell ‘ 11.3 mila dopo l’allargamento a 10 mila al mese precedente, nel settore delle costruzioni – è cresciuta di 6 mila dopo un aumento del 59 mila nel mese di febbraio.

Nel dettaglio, il numero di posti di lavoro è diminuito del 29.7 mila, nel commercio all’ingrosso sono diminuiti del 0.4 mila le Aziende che forniscono servizi di trasporto e magazzinaggio servizi, ampliato la composizione della forza lavoro a 3.5 k

Nel settore finanziario, il numero dei dipendenti è aumentato di 9 mila, il numero di posti di lavoro nel settore delle tecnologie dell’informazione è diminuito del 3 mila, nel settore delle telecomunicazioni, il numero di dipendenti è diminuito del 3.4 mila Occupazione nel settore immobiliare (compreso il noleggio e il leasing) si è ampliata a 0.9 mila

Nel settore sanitario e di supporto sociale il numero di posti di lavoro è aumentato del 16.7 mila, l’occupazione nel settore professionisti e imprese di servizi si è ampliata a 56 mila, in materia di servizi educativi il numero di dipendenti è diminuito di 1,4 mila

Nel settore pubblico il numero di posti di lavoro è aumentato del 9 mila rispetto al mese precedente. Rispetto a marzo 2016, il numero dei dipendenti pubblici è diminuito del 234 mila a 22.32 milioni.

Il tasso di disoccupazione, calcolato secondo i risultati di un sondaggio di 60 mila famiglie, nel mese di marzo è diminuito di 0,2 punti percentuali (pp) rispetto al mese precedente e pari al 4.5%. Gli analisti avevano previsto la conservazione dell’annotazione a circa 4.7%. Ufficiale relazione al livello di disoccupazione include solo quei cittadini che sono impegnati nella ricerca attiva di lavoro.

Il numero totale di disoccupati alla fine di marzo è sceso a 326 mila a 7.2 milioni di persone; il numero di occupati, secondo le indagini delle famiglie, è cresciuto in 472 mila a 153.0 milioni il Numero di cittadini, derivate dalla composizione della forza lavoro, è aumentato di 23 mila a 94.21 milioni, la forza lavoro tra la popolazione civile è aumentato del 145 mila a 160.2 milioni.

Il livello di coinvolgimento della popolazione nella composizione della forza lavoro non è cambiato rispetto al mese precedente e pari a 63.0%.

Negli ultimi 12 mesi il numero non inclusi nella forza lavoro dei cittadini è aumentato del 588 mila e pari 94.5 milioni di persone.

Il numero di cittadini che non possono trovare un lavoro per più di sei mesi, nel mese di marzo è diminuito del 114 mila a 1.69 milioni di euro, pari al 23.3% del numero totale di disoccupati contro il 23,8% del mese precedente e 28.4% nel mese di marzo 2016.

Il numero di posti di lavoro persi o completato il lavoro temporaneo è diminuito del 190 mila rispetto al mese precedente destagionalizzati, pari a 3.52 milioni di persone

Il numero di dipendenti che lavorano a tempo pieno, è cresciuto a 476 mila a 125.51 milioni il Numero dei dipendenti part-time è aumentato del 49 mila a 27.6 milioni.

Il numero di dipendenti che lavorano part-time per motivi economici (non hanno la possibilità di trovare un lavoro a tempo pieno) è diminuito del 151 mila a 5,55 milioni.

Alternativo indicatore del livello di disoccupazione, in considerazione che sono i cittadini, non in cerca di lavoro o impegnati nella sua ricerca da tempo, è sceso di 0,3 punti percentuali rispetto al mese precedente e pari a 8.9%.

La durata media della settimana lavorativa a marzo è stato 34.3 ore, invariato rispetto al riveduta febbraio indicatore. In precedenza è stato riferito, che nel mese di febbraio, la settimana lavorativa media è pari a 34,4 ore.

Il salario medio orario nel mese di marzo, pari a 26.14 dollari contro 26.09 di dollari nel mese di febbraio.

Stipendio settimanale medio pari a 896.60 di dollari in confronto con 894.89 dollari al mese precedente.



Il numero di posti di lavoro al di fuori dei settori non agricoli negli stati UNITI nel mese di marzo è aumentato del 98 mila (avanzato un messaggio) 07.04.2017

Share with traders

Share to Google Plus
Share to LiveJournal
Share to MyWorld
Share to Odnoklassniki