Il dollaro potrebbe ricevere un ulteriore impulso alla crescita



Dopo il discorso del presidente della FED Janet Yellen a Jackson Hole venerdì scorso il dollaro USA è la domanda sul Forex. L’indice del dollaro DXY ICE (ponderato il valore del dollaro a un paniere di valute), raggiungendo un massimo di due settimane, continua la crescita in direzione 96,00. Sullo sfondo di una crescente probabilità di un rialzo dei tassi negli stati UNITI nelle prossime settimane o mesi, in caso di conferma delle previsioni della FED reali dati macroeconomici, la valuta americana è leader di crescita. Destinazione pranzo di attrazione delle quotazioni nel contesto attuale, diventa la gamma 96,00 – 96,50, dove i confini di Ichimoku e resistenza locale, formata all’inizio di agosto.

Intraday il quadro tecnico, inoltre, non dà ragione a parlare di serie di rally su tutta la gamma di valute mondiali, anche dopo il loro significativo indebolimento venerdì scorso. All’inizio della sessione europea l’euro è scambiato a circa il livello di 1,1180 con la prospettiva di ridurre ulteriormente nella zona 1,1150-1,1125; la sterlina britannica è andato sotto 1,3100 e durante il giorno può testare il valore trova a 1,3050; la coppia dollaro/yen è fissato al di sopra del livello 102,00 con un occhio di raggiungere il livello 102,50 nelle prossime ore. Un giorno di riposo nel regno unito e in assenza di eventi macroeconomici comunicati dall’Europa frenano l’attività sul Forex. L’occasione per freschi intraday impulsi può diventare la pubblicazione di personale spese dei consumatori negli stati UNITI in 15:30 gmt. Fino a questo momento a prevalere inerzia riservato il rafforzamento del dollaro.

A breve termine i punti di riferimento prima della fine della settimana saranno formate le attese la pubblicazione di un blocco di dati sul mercato del lavoro degli stati UNITI. Chiave di interesse sarà di rilascio per il numero di nuovi posti di lavoro nel settore non agricolo dell’economia. La previsione prevede una crescita a 186 mila, ma vale la pena ricordare che negli ultimi due mesi effettivi dati pubblicati superavano di gran lunga le previsioni. Dopo il discorso del presidente della FED di tutti i dati puntano sulla forza dell’economia americana sarà percepito come ulteriori punti a favore di un prossimo rialzo dei tassi sui fondi federali e, di conseguenza, provocare la crescita del dollaro contro un paniere di valute. In questo modo, gli investitori, orientata al medio termine orizzonti vale la pena vendere l’euro, la sterlina e l’acquisto di un paio di dollaro/yen sui rally o espresse impulsi a favore del dollaro degli stati UNITI.

Aleksandr Egorov, analista di TeleTrade



Il dollaro potrebbe ricevere un ulteriore impulso alla crescita 29.08.2016

Share with traders

Share to Google Plus
Share to LiveJournal
Share to MyWorld
Share to Odnoklassniki