I temi principali della giornata sui mercati Europei: la riforma fiscale negli stati UNITI, la ripresa dei negoziati per Brexit, correzione sul mercato del petrolio



Principali indici azionari Europei lunedi crescere, di sostegno passaggio al senato degli stati UNITI su larga scala del disegno di legge di riforma fiscale, la cui attuazione è stata una delle principali promesse elettorali del presidente Donald Trump.

Nella notte tra sabato e domenica dopo un lungo dibattito i senatori degli stati uniti hanno preso l’iniziativa dei repubblicani con il minimo dei voti “a” – 51 contro 49. Nessuno dei senatori democratici per il disegno di legge non è votato. Con molte modifiche sono state apportate a mano in assenza della versione finale del documento.

Principale della riforma è la riduzione dell’imposta sulle società dal 35 al 20%, che consentirà di aumentare la competitività delle aziende americane nell’economia globale. Questa proposta corrisponde con la versione del documento adottato in precedenza, la camera bassa del congresso degli stati UNITI. Tuttavia, per molte altre questioni (tra cui cronologia di imposta per i cittadini degli stati UNITI) ci sono differenze significative. Molti esperti hanno criticato l’attuale disegno di legge per la mancanza di proposte per ridurre al minimo i rischi di aumento del debito pubblico degli stati UNITI, che, secondo le previsioni, aumenterà di 1 trilione di dollari in seguito all’attuazione della riforma fiscale.

Presto entrambi i reparti del parlamento dovrà superare le differenze e sviluppare un unico documento, che poi sarà di nuovo messo al voto. I repubblicani sperano che l’accordo sarà raggiunto entro Natale.

Alle 14:50 gmt paneuropeo Stoxx Europe 600 index è salito del 1.0% rispetto ai livelli di chiusura di venerdì in un contesto di aumento britannico indice FTSE-100 a 0.5%, il tedesco DAX a 1.3%, il francese CAC-40 – 1.1%.

I mercati azionari asiatici lunedi chiuso misto. Futures su indici azionari statunitensi crescono a 0.5 – 0.9%, giocando notizie da Washington.

I leader di migliorare in Europa sono state azioni automobilistiche, ricevono una quota significativa delle entrate sul mercato americano. L’indice автосектора è cresciuto di oltre l ‘ 1%.

Le azioni della più grande in Danimarca compagnia di assicurazione Tryg è aumentato del 3,8% dopo il suo messaggio circa l’acquisto di una ditta concorrente Alka Forsikring per 1.31 miliardi di dollari.

Le azioni di un produttore tedesco di microprocessori Dialog Semiconductor è sceso di oltre il 19% dopo la notizia che uno dei principali clienti Dialog Semiconductor – l’intenzione di Apple di costruire un proprio impianto per la produzione di prodotti simili. Guida Dialog Semiconductor ha cercato di rassicurare gli azionisti, affermando che almeno il prossimo anno la collaborazione con la società Apple continuerà.

Tra le notizie politiche dell’Europa – atteso oggi la ripresa dei negoziati per Brexit. All’ordine del giorno restano tre domande: dimensione britannici pagamenti diritto di espatriati, il confine tra il regno unito e l’unione Europea. In precedenza, il primo ministro Britannico Theresa May, è stato chiesto al 4 dicembre considerare le condizioni specifiche di “divorzio”. L’agenzia Reuters oggi ha citato diversi rappresentanti dell’UE, hanno dichiarato la loro “più ottimista” vena. Tuttavia, essi non hanno escluso la nascita di nuove differenze e di un altro serrare i negoziati. Precedentemente presentati i piani regno unito, l’uscita del paese dall’UE deve avvenire il 29 marzo, 2019 23:00 ora di londra.

Prezzi del petrolio il lunedi sono diminuiti nel raggio di 1%, корректируясь dopo il rally della scorsa settimana, che è stato provocato messaggi sul rinnovo dell’accordo OPEC+ per ridurre la produzione di petrolio. Nel corso della riunione del 30 novembre incontro a Vienna il 14 membri dell’OPEC e altre 10 нефтепроизводителей, tra cui la Russia, hanno deciso di estendere la corrente fino a marzo 2018 l’accordo per altri nove mesi, fino alla fine del 2018.

Nell’ambito del presente accordo la riduzione di volume della produzione di petrolio è definito a livello di 1.8 milioni di barili. al giorno, di cui 1,2 milioni di barili. hanno rappresentato per i membri dell’OPEC. Il contributo della Russia in calo la produzione di petrolio di 300 mila barili al giorno (una riduzione di circa il 3%). Come punto di riferimento per determinare il livello di riduzione sono stati adottati i volumi di produzione nel mese di ottobre 2016. Il nuovo accordo non prevede cambiamenti nei volumi di produzione, le quote dei partecipanti allo stesso livello e potranno essere rivisti o deve essere confermata ogni due-tre mesi.

La decisione dell’OPEC+ il rinnovo dell’accordo è stato previsto per i mercati, ma l’impegno in Libia e in Nigeria non è più aumentare i volumi di produzione e di mantenere il loro livello 2017 (2.8 milioni di barili. al giorno) è stata una piacevole sorpresa. In precedenza, questi stati non hanno partecipato all’accordo. Alla fine della giornata di trading di venerdì i prezzi del petrolio Brent è aumentato del 1,8%, nonostante la correzione al ribasso verso la chiusura.

Calo dei prezzi del petrolio alla fine venerdì negoziazione è stato provocato il messaggio della società Baker Hughes sulla crescita i numeri attuali di impianti di perforazione per l’estrazione di olio di scisto negli stati UNITI la scorsa settimana sul 2 a 749 pz (massimo da settembre). Numero totale di attivi impianti di perforazione negli stati UNITI per l’estrazione di olio di scisto e gas naturale scorsa settimana è aumentato di 6 a 929 pezzo, che si è rivelato 332 pezzo in più rispetto allo stesso periodo del 2016.

In questo modo, la pressione sul mercato ancora hanno dubbi estensioni di estrazione di olio di scisto negli stati UNITI, che potrebbe minare gli sforzi dell’OPEC e partner sul bilanciamento della domanda e dell’offerta sul mercato del petrolio. Al momento attuale il costo di febbraio del greggio Brent è sceso di 0,7% del livello di chiusura di venerdì, raggiungendo 63.2 dollari al barile.

Preparato con materiali di MarketWatch e CNBC.



I temi principali della giornata sui mercati Europei: la riforma fiscale negli stati UNITI, la ripresa dei negoziati per Brexit, correzione sul mercato del petrolio 04.12.2017

Share with traders

Share to Google Plus
Share to LiveJournal
Share to MyWorld
Share to Odnoklassniki