Gli eventi più importanti della prossima settimana: la chiave di un rapporto sul mercato del lavoro degli stati UNITI, gli indici PMI, i dati sull’inflazione nella zona euro



Principali indici azionari USA S&P 500 e il Nasdaq Composite il venerdì è salito meno di 0.1%, ma questo è stato sufficiente per la chiusura su nuovi livelli record prima dell’utilizzo di tre giorni del fine settimana. Tra i leader di potenziamento sono state le azioni dei consumatori e tecnologico di settori, tuttavia, la vendita di azioni del settore immobiliare hanno limitato la crescita del mercato.

L’indice DJIA venerdì è sceso meno del 0.1%, una volta alla chiusura 0.2% al di sotto del livello record. Le azioni di Walt Disney (+1.1%) e Goldman Sachs (+0.5%) hanno goduto di più alta la domanda degli investitori, mentre la carta di Home Depot (-1%) sottoperformato il mercato.

Entro la fine della settimana l’indice DJIA è salito 1,3%, l’indice S&P 500 – 1.4%, il Nasdaq Composite – al 2.1%. Lunedì il mercato azionario degli stati UNITI sarà chiusa con la celebrazione del Memorial Day.

L’indice paneuropeo Stoxx Europe 600 il venerdì è sceso 0.2% sullo sfondo di un calo delle azioni del settore petrolifero. Entro la fine della settimana Europe Stoxx 600, l’indice CAC francese e tedesco DAX sono cambiate un po’.

L’indice britannico FTSE-100 nell’ultima giornata di trading della settimana è salito di 0,4%, raggiungendo un nuovo livello record sullo sfondo di un indebolimento della sterlina inglese, caduto in coppia con il dollaro degli stati UNITI sotto 1.2900. Diminuzione della coppia GBP/USD 1,1% è stato provocato pubblicazione di recenti indagini di popolazione, testimoniano la continua riduzione di sostegno al potere del partito Conservatore in anticipo previsto per l ‘ 8 giugno le elezioni parlamentari nel regno unito. Entro la fine della settimana l’indice azionario FTSE-100 è salito dello 0,7%.

I prezzi del petrolio è salito il venerdì a 1.5 – 1.8% dopo il calo di quasi il 5% il giovedi a causa di frustrazione per i risultati del vertice OPEC e partner. Il vertice è stato deciso di prorogare di 9 mesi fino a marzo 2018 accordo sulla riduzione della produzione di petrolio a 1.8 milioni di barili. al giorno. Nonostante il fatto che questa decisione è stata la base di mercato lo scenario, la riluttanza dei principali esportatori di petrolio di aumentare la dimensione dei tagli ha portato a prese di profitto a petrolio futures. Tuttavia venerdì sul mercato del petrolio è stata osservata nascente correzione, che ha permesso di ridurre perdite di prezzo entro la fine della settimana.

Alla chiusura delle contrattazioni nel mese di luglio il contratto sul petrolio WTI è salito sul 1.8% raggiungendo 49.80 dollari al barile. ma dopo aver perso una settimana 1.7% a causa del calo del 4,8% a giovedì. Luglio il contratto sul petrolio Brent a venerdì chiuso a livello 52.15 dollari al barile. salito in sessione 1.3%. Entro la fine della settimana ravvicinato contratto sul petrolio Brent è sceso del 2,7%.

Secondo la società di Baker Hughes, il numero di impianti di perforazione per l’estrazione di olio di scisto negli stati UNITI la scorsa settimana è stata ampliata sul 2 a 722 pezzo numero Totale di attivi impianti di perforazione negli stati UNITI per l’estrazione di olio di scisto e gas naturale scorsa settimana è aumentato di 7 a 908 pezzo che si è rivelato a 504 pezzo in più rispetto allo stesso periodo del 2016.

I prezzi dell’oro venerdì è salito dello 0,9% a 1268.10 dollari al vol. a., aggiungendo una settimana 1.2%.

Nonostante l’aumento degli indici azionari degli stati UNITI entro la fine della settimana, le preoccupazioni per un rallentamento della crescita dell’economia americana ha fatto pressione sul dollaro e il rendimento dei treasury bond. Secondo il rapporto preliminare ha sottolineato la crescita del PIL degli stati UNITI nel I trimestre del 1.2% su base annua, che si è rivelato migliore delle previsioni, ma non ha chiarito le prospettive di politica monetaria della Fed.

La prossima settimana saranno pubblicati importanti dati economici degli stati UNITI, che probabilmente causerà nuove controversie sul fatto, si terrà un aumento del tasso dei fondi federali nel corso di giugno della riunione del fomc della FED (FOMC). In cui importanti report – dati sulle entrate e le spese dei consumatori americani, tra cui l’indice dei prezzi PCE, che riflette il tasso di crescita dell’inflazione (martedì), gli indici PMI, ISM e dati sulle vendite di auto per il mese di maggio (giovedì), e anche la chiave di un rapporto sul mercato del lavoro Non-farm payrolls (venerdì).

Secondo la previsione di consenso, il numero di nuovi posti di lavoro al di fuori del settore agricolo degli stati UNITI nel mese di maggio è aumentato del 185 mila, dopo un aumento di 211 mila nel mese di aprile. Il tasso di disoccupazione, come previsto, è rimasto a circa 4.4%, e la tariffa oraria è aumentato del 0,3% rispetto al mese precedente.

Nei verbali dell’ultima riunione del FOMC, pubblicati la scorsa settimana, è stato detto che i regolatori considerano la debolezza del consumo e tasso di crescita dell’inflazione temporaneo e passano fattore. Da questo punto di vista previsto per l’uscita su martedì rapporto spese/entrate dei consumatori e l’indice PCE sarà importante per valutare le prospettive della politica monetaria della FED. Come previsto, l’indice PCE crescerà dello 0.1% rispetto al mese precedente, dopo un calo dello 0,1% nel mese di marzo.

In vista degli investitori si troveranno paese indici PMI per il mese di maggio, che saranno pubblicati nel corso della settimana e indicano emergenti tendenze di inflazione e dinamica del PIL delle principali economie del mondo. Inoltre, mercoledì usciranno i dati preliminari sull’inflazione nella zona euro a maggio, che possono influenzare la politica monetaria della banca Centrale Europea (BCE). Fase di accelerazione l’estensione del PIL della zona euro potrebbe portare a un inasprimento atteggiamento della BCE, tuttavia il rallentamento della crescita dell’indice dei prezzi al consumo, l’incertezza con il programma di aiuti per la Grecia e persistenti problemi nel sistema bancario italiano possa essere un ostacolo per migliorare il tasso di interesse della BCE nei prossimi mesi.

Tra i più importanti eventi politici della prossima settimana – possibili nuovi scandali con il presidente degli stati UNITI Donald Trump. Lo scorso fine settimana Trump è tornato alla casa Bianca dopo il primo tour estero, con la visita in Arabia Saudita, Israele, Belgio, Italia e città del Vaticano. Nel suo microblog Twitter Trump ha detto che il suo primo tour all’estero in qualità di capo di stato è diventato “grande successo per l’America”.

Gli investitori saranno in attesa di notizie sulla riforma fiscale e progetti di infrastrutture promesse Trump, ma non sono supportati americano dal parlamento. Inoltre, negli stati UNITI continua l’inchiesta sui presunti legami consiglieri Trump con la Russia. Secondo la Reuters, la casa Bianca, sarà creato un apposito sede operativa per l’interazione con il dipartimento di giustizia degli stati UNITI, che conduce le indagini. Un altro compito della sede operativa sarà risposta alle numerose fughe di informazioni da parte dell’amministrazione del presidente degli stati UNITI in MEDIA statunitensi.

Gli eventi più importanti dell’economia mondiale dal 29 maggio al 2 giugno:

Lunedi, 29 maggio

  • Un giorno di riposo in Cina, regno unito e stati UNITI;
  • La massa monetaria M3 nell’eurozona;
  • Il discorso del presidente della BCE Mario Draghi.

Martedì, 30 maggio

  • Il tasso di disoccupazione, la spesa delle famiglie, le vendite al dettaglio in Giappone;
  • Il numero di permessi di nuova costruzione in Australia;
  • L’indice dei prezzi al consumo e i prezzi all’importazione in Germania;
  • Il PIL della Francia per il trimestre, pre -;
  • La spesa dei consumatori in Francia;
  • Il barometro economico della Svizzera da KOF;
  • L’indice dei prezzi al consumo in Spagna;
  • L’indice dei prezzi alla produzione del Canada;
  • La bilancia dei pagamenti del Canada;
  • Le spese personali e di reddito dei consumatori degli stati UNITI, l’indice dei prezzi delle spese per consumi personali;
  • L’indice dei prezzi delle case S&P/Case-Shiller 20 maggiori città degli stati UNITI;
  • L’indice di fiducia dei consumatori negli stati UNITI dal Conference Board.

Mercoledì 31 maggio

  • Gli indici PMI della Cina;
  • La produzione industriale e il numero di segnalibri nuove case in Giappone;
  • Le vendite al dettaglio in Germania;
  • Il tasso di disoccupazione in Germania, Italia e area dell’euro;
  • L’indice dei prezzi al consumo in Francia, Italia e area dell’euro;
  • L’indicatore di consumo in Svizzera da UBS;
  • L’indice delle aspettative economiche in Svizzera, calcolata Credit Suisse
  • L’indice di fiducia dei consumatori nel regno unito (Gfk);
  • La variazione dei prezzi nei negozi rivenditori del regno unito membri BRC;
  • Rapporto sul mercato del credito al consumo nel regno unito;
  • Il discorso del presidente della Federal reserve bank (FED) di Dallas, Robert Kaplan;
  • L’indice di attività del settore manifatturiero nella regione di Chicago;
  • In sospeso la vendita sul mercato secondario immobiliare degli stati UNITI;
  • Il beige book della FED.

Giovedì 1 giugno

  • Gli indici PMI dell’Australia, del Giappone, della Cina, dei paesi dell’eurozona, regno unito, stati UNITI, Canada;
  • Le vendite al dettaglio in Australia;
  • Del PIL per il trimestre e le vendite al dettaglio in Svizzera;
  • L’indice dei prezzi delle case nel regno unito;
  • Il numero annunciati licenziamenti aziendali negli stati UNITI;
  • Modificare il numero di posti di lavoro nel settore privato degli stati UNITI da ADP;
  • Rapporto settimanale per il numero di richieste di sussidi di disoccupazione negli stati UNITI;
  • Produttività e costo del lavoro negli stati UNITI;
  • L’indice ISM Manufacturing e i costi di costruzione negli stati UNITI;
  • Report settimanale EIA di modifica di scorte di petrolio greggio e di prodotti petroliferi negli stati UNITI
  • Le vendite di auto negli stati UNITI i автоконцернами;
  • Riunione dell’OPEC.

Venerdì 2 giugno

  • L’indice di fiducia dei consumatori e la base monetaria in Giappone;
  • Le vendite di case nuove in Australia;
  • Variazione del numero di disoccupati in Spagna;
  • L’indice dei prezzi alla produzione della zona euro;
  • L’indice di attività nel settore delle costruzioni nel regno unito;
  • Il rapporto sul mercato del lavoro degli stati UNITI Non-farm payrolls (NFP);
  • La bilancia commerciale degli stati UNITI;
  • La bilancia commerciale del Canada;
  • La produttività del lavoro in Canada.

Il calendario dettagliato delle pubblicazioni dei principali indicatori economici con l’aggiornamento dei dati on-line presentato in Calendario macroeconomici.

Preparato con materiali di Markit, MarketWatch e CNBC.



Gli eventi più importanti della prossima settimana: la chiave di un rapporto sul mercato del lavoro degli stati UNITI, gli indici PMI, i dati sull’inflazione nella zona euro 29.05.2017

Share with traders

Share to Google Plus
Share to LiveJournal
Share to MyWorld
Share to Odnoklassniki