Gli esperti: Obiettivo CB per ridurre il tasso di inflazione al 4% nel 2017 è raggiungibile



Gli esperti ritengono che l’obiettivo della Banca di Russia per ridurre l’inflazione nel 2017 fino a un 4% è fattibile. La mia opinione hanno espresso nel corso di una conferenza online in Finam.ru “l’Economia della Russia: le aspettative e la realtà”.

“CB coerente attuazione della strategia di таргетированию inflazione, nonostante i rischi politici e di rallentamento della crescita economica, che, in generale, non è tipico per la russa la manopola di regolazione sulla base della sua azione negli ultimi 25 anni”, ha commentato Tommaso Нигматуллин, analista di GC “FINAM”. A suo parere, se la strategia delle autorità monetarie non subirà grandi cambiamenti, l’inflazione entro la metà del prossimo anno, con un’alta probabilità di un rallentamento pari al 4%. “Penso che questo di base, più probabile, lo sviluppo di script di eventi”, conclude l’esperto.

Denis Davydov, principale analista di Nordea Bank”, ha confermato che la dinamica dell’inflazione al ribasso: “entro La fine del 2016 i numeri 7-8% è del tutto realizzabile”.

D’accordo con un tale scenario Olga Лапшина, vice capo di analisi di gestione della Banca “San Pietroburgo”: “In questo momento non vedo fattori essenziali, che potrebbero non permettere la banca centrale di ridurre il tasso di inflazione al 4% dopo 2 anni”. L’esperto spiega: “entro La fine del 2016 è molto probabile rallentamento fino al 7%, e il ruolo di una regola di indicizzazione delle tariffe monopoli naturali 0,7% del tasso di inflazione dell’anno precedente”.

Ora l’inflazione rallenta, anche sicuro Sergei Пятенко, direttore generale Economico-giuridico della scuola FCO, partner di FBK. Tuttavia, si richiama l’attenzione: “Ma di vivere l’inflazione è inferiore al 5% non siamo ancora in grado di rango. Per i paesi al nostro livello di sviluppo (tipo Brasile, Messico) la norma è non meno di 5-10%. A questo ancora arrivare, risoluto tentativo più forte frenata dell’inflazione fortemente inibiscono la crescita economica”.

Per la valutazione di Rosstat, l’inflazione in Russia nel febbraio del 2016 e pari a 0,6%, da inizio anno – 1,6% (nel mese di febbraio 2015, anno del 2,2%, da inizio anno – 6,2%). Nello scenario di base della Banca di Russia, che mettevo a voce capitolo del regolatore di Elvira Nabiullina, l’inflazione in russia alla fine del 2016 in grado di comporre il 6-7%. Il ministro dello sviluppo economico Alexei Улюкаев, a sua volta, alla fine di marzo, è in grado di individuare che il risultato nel 2016 un anno inflazione sarà inferiore a 8%, che aprirà la capacità di abbassare la chiave di scommesse di banca centrale.



Gli esperti: Obiettivo CB per ridurre il tasso di inflazione al 4% nel 2017 è raggiungibile 31.03.2016

Share with traders

Share to Google Plus
Share to LiveJournal
Share to MyWorld
Share to Odnoklassniki